UNO SCOGLIO OPPURE
UNA NUOVA OPPORTUNITÀ?

        Credo che la gente inciampi in un problema che, per poca consapevolezza                 o per tanto orgoglio, fa fatica a vedere: l’italiano scritto.

           E prima di vedere video di persone che ti propongono “come far scalare                     il tuo business guadagnando 2 milioni in venti minuti con i prodotti digitali”               e usando tutte le armi della persuasione di Cialdini per trattare l’utente         come un robottino, forse è il caso che ti guardi allo specchio e ti dica:

                            perché li sto guardando? Perché non riesco ad arrivare                              ai risultati che desidero?

UNO SCOGLIO OPPURE
UNA NUOVA OPPORTUNITÀ?

Credo che la gente inciampi in un problema che, per poca consapevolezza o per tanto orgoglio,  fa fatica a vedere: l’italiano scritto.

E prima di vedere video di persone   che ti propongono “come far scalare il tuo business guadagnando 2 milioni in venti minuti con i prodotti digitali” e usando tutte le armi della persuasione di Cialdini per trattare l’utente come un robottino, forse è il caso che ti guardi allo specchio e ti dica:

perché li sto guardando? Perché non riesco ad arrivare ai risultati che desidero?

LA DOMANDA CHE
TI PONGO È QUESTA:

    hai mai pensato che sia, forse, perché quando ti presenti, magari in un colloquio di lavoro, sbagli i congiuntivi? O perché invii lettere di presentazioni con tanti errori? O magari perché sei bravissimo nei calcoli, nella chimica e nella fisica ma non riesci a comunicare i tuoi risultati con una lingua piana e semplice?

Allora, forse, non serve riprendere per intero la grammatica, come ce la spiegavano a scuola, ma focalizzarsi sugli errori più comuni per evitare di incapparci di frequente.

Imparare a comunicare bene, con un italiano corretto, ha diversi vantaggi:

Ti fa sentire più a tuo agio                        con te stesso

Ti permette di avere una                   maggiore sicurezza

 Aiuta a comunicarti all’esterno       con autorevolezza

 E, forse, ad ottenere risultati            migliori nel lavoro (o,addirittura,      ad ottenere un lavoro)

LA DOMANDA CHE TI PONGO È QUESTA:

    hai mai pensato che sia, forse, perché quando ti presenti, magari in un colloquio    di lavoro, sbagli i congiuntivi? O perché invii lettere di presentazioni con tanti errori?          O magari perché sei bravissimo nei calcoli, nella chimica e nella fisica ma          non riesci a comunicare i tuoi risultati con una lingua piana e semplice?

                     Allora, forse, non serve riprendere per intero la grammatica,                                   come ce la spiegavano a scuola, ma focalizzarsi sugli errori più comuni               per evitare di incapparci di frequente.

Imparare a comunicare bene, con un italiano corretto, ha diversi vantaggi:

 

                        Ti fa sentire più a tuo agio con te stesso

                        Ti permette di avere una maggiore sicurezza

                        Aiuta a comunicarti all’esterno con autorevolezza

                        E, forse, ad ottenere risultati migliori nel lavoro                                                                   (o, addirittura, ad ottenere un lavoro)

E LA DOMANDA CHE
TI PONGO È QUESTA:

    hai mai pensato che sia, forse, perché quando ti presenti, magari in un colloquio di lavoro, sbagli i congiuntivi? O perché invii lettere di presentazioni con tanti errori? O magari perché sei bravissimo nei calcoli, nella chimica e nella fisica ma non riesci a comunicare i tuoi risultati con una lingua piana e semplice?

Allora, forse, non serve riprendere per intero la grammatica, come ce la spiegavano a scuola, ma focalizzarsi sugli errori più comuni per evitare di incapparci di frequente.

Imparare a comunicare bene, con un italiano corretto, ha diversi vantaggi:

Ti fa sentire più a tuo agio                con te stesso

Ti permette di avere una                   maggiore sicurezza

 Aiuta a comunicarti all’esterno       con autorevolezza

 E, forse, ad ottenere risultati            migliori nel lavoro (o,addirittura,      ad ottenere un lavoro)

LA DOMANDA CHE
TI PONGO È QUESTA:

    hai mai pensato che sia, forse, perché quando ti presenti, magari in un colloquio di lavoro, sbagli i congiuntivi? O perché invii lettere di presentazioni con tanti errori? O magari perché sei bravissimo nei calcoli, nella chimica e nella fisica ma non riesci a comunicare i tuoi risultati con una lingua piana e semplice?

Allora, forse, non serve riprendere per intero la grammatica, come ce la spiegavano a scuola, ma focalizzarsi sugli errori più comuni per evitare di incapparci di frequente.

Imparare a comunicare bene, con un italiano corretto, ha diversi vantaggi:

Ti fa sentire più a tuo agio con te stesso

Ti permette di avere una maggiore sicurezza

 Aiuta a comunicarti all’esterno con                         autorevolezza

 E, forse, ad ottenere risultati migliori nel lavoro     (o, addirittura, ad ottenere un lavoro)

Il corso L’italiano tipo bene
è diverso dagli altri perché:

                          È veloce e flessibile           

                        Non ti annoi

                        È formato da tanti  video brevi che puoi sciropparti                                                             quando vuoi

                        Ci sono un sacco di contenuti (slide, glossari…) che puoi                                                   tenere sottomano e riprendere per controllare i tuoi testi

                        Ci sono le carte, che sono un pretesto simpatico per                                                         imparare e premiarti quando fai un buon lavoro

Il corso L’italiano tipo bene
è diverso dagli altri perché:

Il corso L’italiano tipo bene
è diverso dagli altri perché:

         È veloce e flessibile

         Non ti annoi

        È formato da tanti  video brevi che puoi                               sciropparti quando vuoi

        Ci sono un sacco di contenuti (slide, glossari…)                 che puoi tenere sotto mano e riprendere per                       controllare  i tuoi testi

        Ci sono le carte, che sono un pretesto                                 simpatico per imparare e premiarti quando                         fai un buon lavoro

MOLTO PIACERE, MI CHIAMO DANIELE

Mi chiamo Daniele, ho 33 anni, una moglie e (quasi) 3 figli.

Ho scritto il mio primo racconto a 8 anni. Faceva schifo. Nel tempo credo di essere migliorato. Laurea in Lettere Moderne a pieni voti e tanto lavoro: prima redattore, poi nel marketing, infine nella consulenza e nella formazione.

Ho scritto e pubblicato cinque libri di poesia, un libro di racconti per bambini e diversi articoli.

MOLTO PIACERE,
MI CHIAMO DANIELE

Mi chiamo Daniele, ho 33 anni, una moglie e (quasi) 3 figli.

Ho scritto il mio primo racconto a 8 anni. Faceva schifo. Nel tempo credo di essere migliorato. Laurea in Lettere Moderne a pieni voti e tanto lavoro: prima redattore, poi nel marketing, infine nella consulenza e nella formazione.

Ho scritto e pubblicato cinque libri di poesia, un libro di racconti per bambini e diversi articoli.

MOLTO PIACERE,
MI CHIAMO DANIELE

                Mi chiamo Daniele, ho 33 anni,                 una moglie e (quasi) 3 figli.

Ho scritto il mio primo racconto a 8 anni. Faceva schifo. Nel tempo credo di essere migliorato. Laurea in Lettere Moderne a pieni voti e tanto lavoro: prima redattore, poi nel marketing, infine nella consulenza e nella formazione.

     Ho scritto e pubblicato cinque libri di poesia,      un libro di racconti per bambini e diversi articoli.

COSA DICONO DEL CORSO